Lessico: cosè una parola?

Parola” è un termine difficile da definire. I linguisti, e in particolare i lessicologi (non i lessicografi), hanno una serie di strumenti e test per decidere cosa è un lessema e cosa no. Si tratta di un lavoro continuo, poiché nuovi lessemi vengono aggiunti al lessico in continuazione. Un esempio perfetto è la parola “cringe” nell’inglese americano; è incredibilmente descrittiva. Tuttavia, non sembra esistere una parola simile in giapponese che abbia l’esatta sensazione di “cringe” in inglese. E questo fa parte della bellezza delle parole: se non esistesse la parola “cringe”, non si potrebbe esprimere l’amaro sentimento di disgusto che si prova quando qualcuno fa qualcosa di completamente imbarazzante senza alcun senso di vergogna, cioè quando fa qualcosa di “cringeworthy“, che è una forma del lessema.
Cringe” è un termine usato anche in Italia nell’ambito giovanile e nei social media (cringiare) ed è registrato anche dall’Accademia della Crusca come parola nuova.

Che cos’è un lessicografo? Semplicemente, “la lessicografia è la più antica sottodisciplina della linguistica. Il lessicografo si occupa della compilazione dei dizionari” (Klein, 2015, p. 937). Quindi il lessicologo studia che cos’è una parola e che cosa significano le parole, mentre il lessicografo prende quelle parole e le compila con le loro definizioni in un unico luogo: il dizionario. Un lessicologo lavora tipicamente in un’università, mentre un lessicografo lavora per il dizionario che compila.

[tradotto da: “The Lexicon: What is a Word?”,  www.byarcadia.org]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...